Istituto Europeo di Shiatsu, formazione per lavorare

Nel 2013 mi sono diplomata con l’ Istituto Europeo di Shiatsu di Firenze e Milano, dopo un percorso triennale, con cui ho conseguito la specializzazione post diploma e sto mantenendo l’aggiornamento frequentando annualmente seminari. Lo Shiatsu rientra tra le libere professioni regolamentate dalla legge 4/2013. Non esiste attualmente un albo o l’obbligo di un diploma per esercitare. E’ sufficiente rispettare le normative fiscali. E’ necessario tuttavia rendersi conto che quando una persona sceglie di ricevere shiatsu, e si affida ad un operatore, sta cercando una strada per migliorare o, per lo meno, preservare una bella qualità di vita. Perché questo accada, consolidare una valida preparazione e mettersi al servizio di chi viene a cercarci è indispensabile. Studiare e ricercare non è un dovere in questo caso, ma una scelta che può cambiare significativamente la qualità dell’ offerta professionale.
Sono partita da questa premessa perché la prospettiva con cui è necessario porsi rispetto a questo genere di professioni che hanno a che fare con la “cura” della persona, seppur non in senso terapeutico, richiede di tenere in considerazione la qualità della formazione, delle conoscenze, della cultura, delle esperienze della persona che si propone come professionista del settore.
I criteri di ricerca che ho usato io nella scelta della scuola, sono stati:
  • competenze degli insegnanti nell’ambito dello shiatsu,
  • presenza insegnanti stranieri di rilievo nel mondo dello shiatsu,
  • struttura e organizzazione del piano di studi,
  • trasparenza dei costi (per potermi organizzare),
  • finalizzazione del percorso (ottenere un diploma, anche se per ora non è necessario, ma non si sa mai…)
  • recensioni positive dei partecipanti

Ho ricercato su internet, ho valutato, ho riflettuto e poi ho scelto: Istituto Europeo di Shiatsu di Firenze e Milano. Ecco perché ho scelto, e proseguito, la formazione in questa scuola.

Istituto Europeo di Shiatsu di Firenze e Milano

L’ Istituto Europeo di Shiatsu di Firenze e Milano è una scuola di formazione triennale. Per formazione si intende: studio e approfondimento degli aspetti teorico-pratici legati alla pratica dello Shiatsu; ricerca di ciò che siamo come esseri umani nel nostro percorso di evoluzione verso la felicità. Si tratta quindi di un percorso professionale che ha l’obiettivo di preparare Operatori Shiatsu con delle caratteristiche, non solo di competenza teorica, ma anche di capacità relazionale e consapevolezza. Per diventare Operatore Shiatsu e per migliorare la propria qualità di vita, l’Istituto Europeo di Shiatsu è una sana e felice scelta.
Ottime le possibilità di specializzazione post diploma. La Dott.ssa Patrizia Stefanini, fisica teorica e Direttrice Didattica dell’Istituto, è sempre estremamente disponibile nell’offrire agli operatori tutti gli strumenti che possono esser loro utili nella pratica della professione. Collega e amica del Prof. Emilio Del Giudice, con lui ha pubblicato alcuni articoli che raccontano le connessioni inattese tra la fisica quantistica e lo shiatsu, materiale di studio e di ricerca di cui i suoi insegnamenti si nutrono a partire dai primi livelli, con un linguaggio (verbale e non verbale) accessibile a tutti ed estremamente efficace. La Dott.ssa Stefanini, sempre attiva sul fronte della ricerca, appassionata ancora come una studentessa nel pieno degli anni universitari, condivide, in modo mai parsimonioso, le proprie conoscenze e le proprie esperienze con gli studenti e li rende partecipi sia come attori che come spettatori nella creazione dell’ Hado Shiatsu.
Istituto Europeo di Shiatsu di Firenze e Milano

Che cosa è l’ Hado Shiatsu ?

L’ Hado Shiatsu è un’esperienza di relazione e di contatto con radici nelle discipline orientali come lo Shiatsu tradizionale e nella Fisica Quantistica moderna. Quello che appare un ardito parallelismo tra una disciplina orientale e una scienza moderna, si comprende meglio apprendendo che nuove ipotesi della fisica suggeriscono l’esistenza nel tessuto connettivo di percorsi privilegiati ove scorre l’energia vitale. Si conferma così la validità di mappe appartenenti alle tradizioni mediche orientali, quali quelle dei meridiani. Nell’ Hado Shiatsu, grazie a queste ispirazioni, si instaura tra le due persone coinvolte nell’esperienza una connessione empatica, che permette al processo di cura di arricchirsi di significati ed efficacia. Il tocco gentile dell’ Hado Shiatsu sussurra alle cellule, stimola una risposta profonda, che risuona nel corpo, nella sfera emotiva, sul piano mentale.
Per questo l’ Hado Shiatsu è di sostegno ad una persona in momenti difficili di vita o nelle sue fasi di transizione. Diviene allora un percorso evolutivo di crescita e sviluppo personale. L’ Hado Shiatsu offre una nuova consapevolezza di sé, affiancando efficacemente la terapia medica e psicologica, sostenendo il processo di guarigione. L’ Hado Shiatsu non è un massaggio ma un’esperienza di relazione. Non è una terapia e non sostituisce la terapia medica. 
L‘ Istituto Europeo di Shiatsu di Firenze e Milano si avvale della presenza e collaborazione di insegnanti altamente qualificati per lo svolgimento del percorso di studi: Letizia Frailich (MTC), Cristina Isonni, Sara Frequenti, Luca Mecca ed altri; e tra quelli stranieri: Clifford Andrews, Bill Palmer, David Bradfield, Eva Maria Schulte
La pratica, la ricerca teorica e i valori che la Scuola propone cambiano in meglio la qualità di vita dell’operatore (e di chi sta studiando per diventarlo). Vivere una bella qualità di vita, fare delle scelte felici in risonanza con la propria professionalità, impegnarsi nello studio e nella ricerca, è la migliore strategia che abbiamo per sostenere la persona che viene a cercarci per cambiare o mantenere una sana e vitale espressione di vita.
Da un punto di vista teorico, oltre che esistenziale, i modelli interpretativi offerti dall’ Istituto Europeo di Shiatsu di Firenze e Milano, sia durante il percorso triennale che durante la formazione post diploma, trovano riferimento nella biofisica contemporanea e negli studi del Maestro Masunaga, poi ripresi e sviluppati da Pauline Sasaki, di cui Patrizia Stefanini è stata allieva diretta.
Tutti i prezzi e i programmi sono pubblicati sul sito www.shiatsu.mi.it, in modo da poter pianificare il proprio percorso su misura. Personalmente ho trovato sempre estrema disponibilità nella gestione dei pagamenti.
Utile sapere, per chi volesse scegliere di affrontare un percorso formativo con l’obiettivo, non solo di crescere come persona, ma anche di crearsi una professione, che la Regione Toscana riconosce lo Shiatsu tra le Discipline del Benessere e Bionaturali

per discipline del benessere e bio-naturali: le pratiche e le tecniche naturali, energetiche, psicosomatiche, artistiche e culturali esercitate per favorire il raggiungimento, il miglioramento e la conservazione del benessere globale della persona. 

L’operatore in discpline bionaturali:

la figura che, in possesso di adeguata formazione, opera per favorire la piena e consapevole assunzione di responsabilità di ciascun  individuo in relazione al proprio stile di vita, e per stimolare le risorse vitali della persona, intesa come entità globale e indivisibile.
L’operatore in discipline del benessere e bio-naturali non prescrive farmaci, educa a stili di vita salubri, ad abitudini alimentari sane ed alla maggiore consapevolezza dei propri comportamenti.

Lo shiatsu:

Indica un trattamento manuale le cui radici teoriche-pratiche derivano dalle antiche tradizioni filosofiche del lontano Oriente. Lo Shiatsu ha lo scopo di preservare e\o ripristinare lo stato di salute della persona, risvegliando ed armonizzando le funzioni energetiche e le risorse vitali profonde dell’individuo e si avvale di tecniche e principi ben precisi. La modalità universalmente riconosciuta, peculiare del trattamento, è la pressione perpendicolare, costante e/o modulata in modo ritmico, esercitata con il peso del corpo su zone, punti e canali energetici (detti meridiani). Per esercitare la pressione si usano prevalentemente i pollici, ma secondo le necessità o gli stili si possono usare altre parti del corpo quali palmi delle mani, gomito, ginocchio, piede.