Hado Shiatsu Residential Course

Hado Shiatsu Residential Course 2013

Hado Shiatsu Residential Course

Dopo il Diploma, il mio percorso formativo presso l’ Istituto Europeo di Shiatsu prosegue con la tappa dell’ Hado Shiatsu Residential Course, che si è svolto dal 18 al 21 luglio 2013,  un’esperienza ricca ed intensa. Quattro giorni di approfondimenti, ricerca, scambio, riflessione, pratica, esperienza, condivisione delle esperienze, pianificazione di progetti e realizzazione di altri.

Entrare in fase con il gruppo e l’ambiente cambia il personale modo di essere.

Un gruppo eterogeneo ma capace di entrare in fase, sempre rinnovato, mai uguale, ma comunque aperto a nuove connessioni, nuovi ritmi, nuove esperienze. L’eterogeneità delle persone presenti, l’arrivo di persone nuove, arricchisce le risorse personali. L’ambiente che si crea in questi seminari va al di là del luogo fisico in cui avvengono, è il risultato anche del modo di essere di ciascun operatore presente, della sua qualità di vita e di presenza.

Una ricerca di natura sacra.

Il regalo più bello che mi ha offerto l’ Istituto Europeo di Shiatsu, soprattutto nella persona della Dott.ssa Patrizia Stefanini, è stato la possibilità di fare esperienza di cosa significhi ricercare.  “Una ricerca di natura sacra” è la suggestione emersa in questi giorni per segnare una traccia nella memoria di ciò che insieme, come gruppo, stiamo facendo, e per questa evocazione ringrazio Lisa.


Hado Shiatsu, esperienza rigenerante.

Ogni seminario Hado Shiatsu, in particolar modo l’ Hado Shiatsu Residential Course, è un’esperienza di vita, un momento per ricondurre se stessi all’essenziale, all’integrazione e alla ricerca di un grado di ordine interiore efficace per portare la cura nel proprio lavoro. Rigore, presenza, consapevolezza, curiosità, chiarezza, ordine, essenzialità, fiducia, dedizione, condivisione, sono alcune delle parole con cui voglio descrivere questo viaggio.


Andare oltre nella ricerca per offrire il meglio di noi a chi ci viene a cercare.

La parte teorica, i riferimenti, i contributi, gli interventi sono nutrimento e risorse inestimabili per chi sta ricercando al di là di ogni risultato intermedio. Andare sempre oltre con lo studio, l’esperienza, l’intuizione, la saggezza acquisita, per offrire sempre il meglio di sé, per garantire un grado di qualità sempre più evoluto rispetto al precedente da mettere a disposizione alle persone che “ci vengono a cercare” (bellissima evocazione di Donato Mellone relativamente al ruolo che abbiamo come operatori shiatsu). 


Sosteniamo questa meraviglia e andiamo oltre.

Consiglio a tutti gli operatori shiatsu di partecipare, almeno una volta, ad un seminario Hado Shiatsu. Nell’Hado Shiatsu è possibile fare esperienza diretta dei cambiamenti che accadono nell’offerta del “tocco” se la nostra “presenza”, come operatori, cambia qualitativamente, se il nostro stile interno va nella direzione di una ricerca di natura sacra, perché è bello, oltre che sano, riconoscere la sacralità in noi, in quello che facciamo e nelle persone a cui portiamo la nostra offerta. Nella ricerca di natura sacra sosteniamo la meraviglia, e come ricorda sempre Patrizia, è necessario, soprattutto in questi tempi, ritornare a meravigliarci della bellezza della vita.

About the author: Valentina Ponti